Editoriale n.2: Intermittenze e realtà
Editoriali

Editoriale n.2: Intermittenze e realtà

1. « Sembra oggi inevitabile che la libertà creativa debba essere condizionata, prima ancora che a una lunga ‘recensione alla realtà’, a un preliminare dibattito sull’interpretazione della medesima. » [1] Così, oltre mezzo secolo fa, Sereni esprimeva il suo scontento per quell’esigenza di programmaticità nella scrittura che era propria di movimenti pur diversissimi tra loro, … Continua a leggere

La forma e il contenuto: piccolo campionario dell’impoetico nella versificazione di Sandro Penna – di Sonia Caporossi
Caporossi Sonia/Indice Critici/Indice Opere/Indice Poeti/Penna Sandro/Sandro Penna. Poesie

La forma e il contenuto: piccolo campionario dell’impoetico nella versificazione di Sandro Penna – di Sonia Caporossi

Sarà forse un puro caso, eppure c’è da chiederselo, che Edoardo Sanguineti abbia infilato impunemente, nella sua ormai prammatica antologia della Poesia italiana del Novecento, datata nella sua prima edizione al 1969, alcune fra le peggiori poesie mai scritte dal sabiano, pascoliano, crepuscolare, postermetico Sandro Penna. Il sospetto della più crassa premeditazione, seppure ad una … Continua a leggere

Lettura di Giorgio Orelli, ‘A un mascalzone’ – di Fabio Pusterla
Indice Critici/Indice Opere/Indice Poeti/Orelli Giorgio/Pusterla Fabio/Sinopie

Lettura di Giorgio Orelli, ‘A un mascalzone’ – di Fabio Pusterla

di Fabio Pusterla A un mascalzone No, caro, non farò come il cane del Zigra, che, levata sul Motto di Dalpe invece d’una lepre una volpe, giù da Trentavalli e Rio Maggiore                                                5 per la conca di Prato la cacciò sopra Mascengo, oltre il torrente, non per un quieto sentiero di destra in discesa ma … Continua a leggere

Su ‘I mondi’ di Guido Mazzoni – di Lorenzo Carlucci
Carlucci Lorenzo/I mondi/Indice Critici/Indice Opere/Indice Poeti/Mazzoni Guido

Su ‘I mondi’ di Guido Mazzoni – di Lorenzo Carlucci

di Lorenzo Carlucci Le citazioni in esergo (da Nietzsche e da Kafka) e la datazione in chiusura del testo (1997-2007) indicano qualcosa di più che i numi tutelari del libro e testimoniano qualcosa oltre la semplice reticenza di uno studioso al suo esordio tardivo come poeta (è questo il primo volume di poesia dell’autore). Ci dicono … Continua a leggere